Come evitare passi falsi quando si cerca lavoro?

Come evitare passi falsi quando si cerca lavoro?

22 luglio 2016

Spesso abbiamo trattato il tema della ricerca del lavoro mettendoci dalla parte del candidato, con l’intento di fornire consigli utili su come cercare lavoro nel modo corretto, capire a quali annunci rispondere in base alle proprie soft e hard skills, scrivere un curriculum e una lettera di presentazione efficaci, essere preparati a rispondere anche alle domande più ostiche, utilizzare i social in maniera mirata per la propria carriera professionale.

Spunti che possono aiutare a muoversi in maniera più ordinata quando ci si trova senza un’occupazione o quando è necessario “rilanciarsi” sul mercato, che ci evitano di compiere passi falsi, ovvero: cogliere opportunità sbagliate, affrontare i colloqui con troppa ansia e pressione, essere quindi poco incisivi e convincenti verso il nostro interlocutore (selezionatore o azienda).

Vediamo qui le 10 regole che è bene seguire quando dobbiamo cambiare o cercare lavoro:

1) Focalizzare il perimetro di azione nel mercato del lavoro: più restringiamo la zona geografica e meno flessibili siamo sulla retribuzione più i tempi di risposta si allungheranno. Importante diventare più flessibili.
2) Conoscere bene le proprie aree di forza e debolezza: sentire la responsabilità di essere sempre aggiornato. Questo è un elemento chiave per non diventare obsoleto, per essere sempre spendibile nel mercato del lavoro di oggi.
3) Definire il proprio progetto professionale: cosa voglio e posso fare e raccontarlo efficacemente in pochi minuti. Fate delle prove davanti allo specchio!
4) Studiare una strategia per ogni canale di contatto con il mercato del lavoro: rivolgersi a un head hunter o contattare direttamente un’azienda richiede tecniche e strumenti diversi tra loro. La lettera di accompagnamento a un cv per un head hunter è diversa da una lettera di autocandidatura per una azienda. Ma in entrambi i casi devo creare interesse.
5) Preparare gli strumenti di comunicazione con il mercato del lavoro: in modo impattante e usando il tool giusto per i diversi canali di contatto. Quando usare un cv classico? Come fare un video cv? Come scrivere un profilo LinkedIn?
6) Fare networking: il network personale per il manager è il patrimonio più prezioso da praticare ogni giorno ed è facile bruciarlo con una tecnica non corretta. Anche questa è una cosa che si impara.
7) Fare personal branding: oggi gran parte del networking passa dai social sui quali devo essere presente e devo posizionare me stesso. Però devo farlo al meglio!
8) Preparare attentamente i colloqui di selezione: i colloqui vanno preparati attentamente. Non basta limitarsi solo a dare un’occhiata al sito web dell’azienda. Bisogna studiare l’azienda.
9) Capire il mercato del lavoro ed essere flessibili: è importante conoscere i tipi di contratto offerti, soprattutto a seguito delle riforme che sono state fatte di recente. Sappiate riconoscere un’opportunità. La flessibilità è la chiave per ritrovare o cambiare lavoro.
10) Chiedere aiuto, farsi supportare: se è già qualche mese che provate a cercare lavoro e iniziate a sentirvi meno carichi non esitate a farvi supportare dagli addetti ai lavori (consulenti HR, agenzie per il lavoro, centri per l’impiego ecc).

Per leggere l’articolo originale clicca qui.

Come evitare passi falsi quando si cerca lavoro? ultima modifica: 2016-07-22T17:25:05+00:00 da ADHR - Agenzia per il Lavoro