Sussidio di disoccupazione NASPI 2017 tutte le novità

Sussidio di disoccupazione NASPI 2017 tutte le novità

13 febbraio 2017

Rimane in vigore anche per il 2017 il sussidio di disoccupazione NASPI, introdotto dal Jobs Act e rivolto a tutti coloro che sono disoccupati. Seppur la normativa di riferimento resti in sostanza la stessa, sono state però introdotte alcune significative novità.

 

QUALI?

L’ottenimento del sussidio di disoccupazione Naspi 2017 è strettamente correlato e subordinato alla ricerca attiva del lavoro da parte del beneficiario, attraverso strumenti e servizi messi a sua disposizione da parte dei Centri per l’Impiego di competenza.

Per coloro che non rispetteranno le procedure e le regole previste in questo senso, verranno infatti applicate delle sanzioni pecuniarie.

Nel 2017 inoltre, viene estinta ufficialmente l’indennità di mobilità: i lavoratori in disoccupazione potranno beneficiare esclusivamente del sussidio di disoccupazione Naspi.

La Naspi viene erogata esclusivamente ai lavoratori che hanno perso involontariamente il lavoro, nel rispetto di determinati requisiti relativi a contribuzione obbligatoria e durata del rapporto di lavoro.

COSA È NECESSARIO FARE PER OTTENERE REGOLARMENTE LA NASPI 2017

  • presentare domanda di Naspi 2017 attraverso i mezzi preposti
  • il beneficiario deve recarsi presso il Centro per l’Impiego e stipulare un Patto di Servizio con il quale si impegna a partecipare attivamente alla ricerca di un nuovo impiego e a prendere parte alla iniziative di politica attiva del lavoro che gli verranno proposte

CALCOLO E DURATA

  • la Naspi 2017 ha durata massima di 24 mesi e viene calcolata sulla metà di contributi previdenziali versati nel corso dei 4 anni precedenti e quindi corrisponderà alla storia contributiva del lavoratore disoccupato che presenta domanda
  • per riceverla è richiesto di aver lavorato e versato contributi per almeno 13 settimane nei 4 anni precedenti e avere in attivo almeno 30 giornate di lavoro effettuate nel corso dell’anno
  • il calcolo dell’importo viene fatto in base al reddito del lavoratore negli ultimi 4 anni di lavoro e corrisponde al 75% dell’imponibile medio degli ultimi 4 anni con una decurtazione del 3% a partire dal quarto mese di fruizione e per ogni mese di percezione dell’indennità di disoccupazione

REQUISITI PER COLF E LAVORATORI DOMESTICI

Non essendo possibile poter individuare le 30 giornate lavorate in un anno, per ottenere la Naspi i lavoratori domestici dovranno possedere cinque settimane lavorate (si intende una settimana con un minimo di 24 ore di lavoro retribuite).

Per saperne di più cliccare qui.

Sussidio di disoccupazione NASPI 2017 tutte le novità ultima modifica: 2017-02-13T09:46:42+00:00 da ADHR - Agenzia per il Lavoro