Talent_2019_News

5054

Aperte le iscrizioni ad ADHR Talent 2019

Sono aperte le iscrizioni alla 4° edizione di ADHR TALENT2019, il percorso di formazione per futuri Consulenti Risorse Umane che permette l’inserimento in azienda.

 

COME PARTECIPARE?

CANDIDATURE (22 ottobre 2018 – 11 gennaio 2019)

Hai tra i 24 e i 29 anni? Invia un video motivazionale che faccia emergere la tua passione e le tue aspettative per il settore delle risorse umane.

SELEZIONE

La nostra commissione interna selezionerà i profili più interessanti e li convocherà nella sede centrale di ADHR Group per un colloquio individuale.

PER I CANDIDATI SELEZIONATI

FORMAZIONE SPECIFICA

I migliori 15 parteciperanno al percorso di alta formazione in “Consulenti Risorse Umane” di 80 ore full time, completamente gratuito.

TIROCINIO

Al termine del corso, i partecipanti più idonei inizieranno un tirocinio presso alcune filiali di ADHR Group con il ruolo di Consulente Risorse Umane.

PER CANDIDARTI, INVIARE IL TUO CV E LEGGERE IL REGOLAMENTO CLICCA QUI.

LEGGI IL REGOLAMENTO.

SE HAI BISOGNO DI ULTERIORI INFORMAZIONI SCRIVI A: adhrtalent@adhr.it

Career Day Padova_news

5074

Saremo presenti a Università Aperta IES di Padova

Giovedì 8 novembre saremo presenti all’evento UNIVERSITA’ APERTA IES (Ingegneria, Economia, Scienze) organizzata dall’Università degli Studi di Padova – presso il padiglione 15 della Fiera di padova – dalle ore 09:30 alle 17:30.

L’ iniziativa è alla sua ottava edizione ed è dedicata alle aziende che desiderano entrare in contatto con studenti e laureati provenienti dai corsi di economia, fisica, informatica, ingegneria, matematica e scienze statistiche.

ADHR Group sarà presente con la propria postazione dove i ragazzi potranno incontrare le nostre filiali sul territorio, presentarsi per un colloquio conoscitivo e lasciare il proprio Curriculum aggiornato.

Per ulteriori informazioni e per iscrivervi consultate il sito dell’evento.

IncontraLavoro news

5068

Saremo presenti a IncontraLavoro Veneto

ADHR Group sarà presente all’iniziativa IncontraLavoro Veneto organizzata dalla Regione del Veneto e Veneto Lavoro nei principali Centri per l’Impiego del territorio.

L’evento è dedicato all’incontro tra domanda e offerta in cui potrai effettuare un colloquio con le aziende alla ricerca di candidati disoccupati, residenti o domiciliati nel territorio.

Potrai incontrare le imprese, le agenzie per il lavoro e gli operatori dei servizi pubblici per l’impiego, svolgere un colloquio di lavoro ed essere eventualmente selezionato per le posizioni aperte. I dettagli delle offerte di lavoro sono disponibili al seguente link.

Effettua la registrazione specificando nel modulo di adesione la posizione a cui vuoi candidarti. Se sarai preselezionato sarai ricontattato e potrai partecipare all’evento.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.cliclavoroveneto.it.

ADHR Group sarà presente con una propria postazione personalizzata presso i seguenti Centri per l’Impiego:

mercoledì 7/11: SCHIO

mercoledì 7/11: ARZIGNANO-VALDAGNO

mercoledì 7/11: TREVISO

mercoledì 7/11: BASSANO DEL GRAPPA

martedì 13/11: SAN BONIFACIO

IoLavoro_News

5064

Saremo presenti a Io Lavoro Torino

Il 24 e 25 ottobre 2018 saremo presenti alla Job Fair IO LAVORO organizzata dalla Regione Piemonte e dall’Agenzia Piemonte Lavoro – presso Lingotto Fiere in Via Nizza 294 – dalle ore 10 alle 18.

IO LAVORO si è affermata negli anni come esperienza di successo, diventando da un lato un’importante occasione per sostenere e favorire giovani e meno giovani nell’orientamento e nell’ingresso/reingresso nel mercato del lavoro, sia in ambito nazionale che internazionale; dall’altro una vetrina in più per le imprese per presentare le proprie vacancies e poter incontrare e selezionare più candidati contemporaneamente e nello stesso luogo.

Nell’Area Istituzionale, enti pubblici e privati, forniscono informazioni inerenti ai temi del lavoro, della formazione, dell’autoimprenditorialità. Inoltre è in programma un calendario di workshop e seminari legati ai temi di ricerca attiva del lavoro, formazione, orientamento, auto imprenditorialità.

ADHR Group sarà presente con una propria postazione personalizzata, dove i ragazzi potranno presentarsi per un colloquio conoscitivo con le nostre filiali sul territorio e lasciare il proprio Curriculum aggiornato.

Per ulteriori informazioni e per iscrivervi consultate il sito dell’evento.

Despar job_day_News

5044

Job Day Despar 10 ottobre Bologna

Job Day Despar 10 ottobre a Bologna

Ci rivolgiamo a tutti i giovani in possesso di diploma alberghiero/turistico o che hanno sviluppato una forte passione per il settore enogastronomico:

Mercoledì 10 ottobre 2018 presso la nostra filiale di Bologna in Viale Filopanti 4/M, organizziamo dalle ore 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 16 un nuovo Job Day Despar dedicato alle selezioni per la nota catena di supermercati che sta aprendo il 6° punto vendita a Bologna

Queste le figure che stiamo cercando per apertura del nuovo punto vendita:

  • STORE MANAGER
  • CAPI REPARTO
  • ADDETTI GASTRONOMIA/SALUMI E FORMAGGI
  • ADDETTI BANCO PESCHERIA
  • ADDETTI BANCO ORTOFRUTTA
  • ADDETTI BANCO MACELLERIA
  • ADDETTI CASSE

Luogo di lavoro: Bologna.

Per partecipare alla giornata di reclutamento presentati in filiale il giorno del JOB DAY con il tuo CV aggiornato. Per maggiori informazioni sulle posizioni aperte clicca qui oppure scrivi una mail a selezionebologna.despar@adhr.it.

Careerday Firenze_news

5041

Saremo presenti al Career Day di Firenze

Il 4 ottobre 2018 saremo presenti al CAREER DAY organizzato dall’Università degli Studi di Firenze – presso La Fortezza da Basso in Viale Filippo Strozzi 1 – dalle ore 9.30 alle 17.

Le aziende partecipanti avranno la possibilità di presentarsi, evidenziare le principali esigenze occupazionali, far conoscere la propria organizzazione e le opportunità offerte ai giovani laureati, raccogliere candidature per posizioni di lavoro vacanti.

laureati/laureandi potranno incontrare le aziende, presentare il proprio curriculum valorizzando, attraverso il contatto diretto, le proprie motivazioni, aspettative e capacità di relazione.

ADHR Group sarà presente con una propria postazione dove i ragazzi potranno presentarsi per un colloquio conoscitivo con la nostra filiale sul territorio e lasciare il proprio Curriculum aggiornato.

Per ulteriori informazioni e per iscrivervi consultate il sito dell’evento.

Rubiera schoolday_News

5037

Sosteniamo lo SCHOOLDAY di Rubiera

ADHR Group sostiene il 6° SCHOOLDAY organizzato dall’Associazione Genitori Scuola Rubiera con il supporto del Comune, allo scopo di raccogliere fondi per migliorare l’offerta formativa dell’Istituto Comprensivo di Rubiera.

Lo SCHOOLDAY si terrà a Rubiera domenica 23 settembre.

PROGRAMMA:

per tutta la giornata il centro di Rubiera sarà invaso da giochi, laboratori, pompieropoli, torneo di calcio balilla, rappresentazioni sportive, vendita torte, vendita libri, stand gastronomico, musica, danze, trucca bimbi e molto altro ancora!!!

Nelle precedenti edizioni dello SCHOOLDAY è stato raccolto materiale scolastico di alto livello e sono stati finanziati numerosi progetti:

  • GIORNATA SUL BULLISMO
  • 8 Chromebook
  • 3 LAVAGNE MULTIMEDIALI distribuite tra i vari plessi
  • 6 VIDEOPROIETTORI distribuiti tra le varie scuole
  • 5 PC PORTATILI distribuiti tra i vari plessi
  • PLASTIFICATRICI, LETTORI DVD, STAMPANTI, PLASTIFICATRICE IN A3, FOTOCAMERE DIGITALI, LETTORI CD;
  • PROGETTI AFFETTIVITA’ PER SCUOLE ELEMENTARI E MEDIE
  • LIBRI E MATERIALE DIDATTICO PER LA SCOLA MATERNA

Siamo molto felici di poter dare il nostro contributo a questa importante iniziativa per il comune di Rubiera e il proprio Istituto Comprensivo!

Businessman signing contract. Business concept

5032

Come si scrive una Cover Letter?

Scrivere bene un curriculum vitae è sicuramente elemento imprescindibile per candidarsi ad un’offerta di lavoro, ma altrettanto importante è accompagnarlo con una lettera motivazionale e di presentazione corretta, quando richiesta e se necessaria.

La lettera motivazionale rappresenta il centro della nostra presentazione, quella che il recruiter aprirà ancora prima di leggere tutto il CV.

Le funzioni dell’uno e dell’altra sono ben distinte e non vanno confuse: se il curriculum contiene il riassunto di percorsi formativi, esperienze professionali e competenze, la lettera di presentazione deve dimostrare l’interesse effettivo verso il lavoro per il quale ci stiamo candidando, deve esprimere (senza esagerare) le attitudini e la determinazione che riteniamo ci contraddistinguano per poterlo svolgere al meglio.

L’obiettivo è colpire il nostro interlocutore, interessarlo alla lettura fin dalle prime righe della lettera e distinguerci da altri possibili candidati che come noi stanno cercando il lavoro giusto.

Alcune regole per aiutarvi a scrivere una motivation letter “come si deve”:

  1. Evitare il copia e incolla di lettere di presentazione generiche con la convinzione che tanto vanno bene per tutte le società a cui le inviamo. Sbagliato! Ogni lettera deve essere personalizzata in base alle caratteristiche dell’azienda e della posizione per la quale ci stiamo proponendo. Come? Possiamo ad esempio visitare il sito web aziendale, i social collegati, controllare se ci sono altre informazioni utili in rete e, quindi, reperire tutte le informazioni adeguate che ci serviranno poi per scrivere una lettera su misura per i nostri scopi. Dobbiamo dimostrare che conosciamo quella precisa azienda, i suoi valori, i suoi successi e che, proprio per questo, vorremmo entrare anche noi a far parte del team.
  1. Non ripetere le informazioni che abbiamo già inserito nel curriculum vitae! Possiamo certamente valorizzare alcune esperienze o competenze ma il nostro obiettivo deve rimanere quello di spiegare il motivo che ci spinge a candidarci, quali sono le nostre aspettative e il valore aggiunto che riteniamo di poter portare con il nostro lavoro.
  1. Non dobbiamo essere troppo prolissi dilungandoci in noiosi monologhi su di noi e la nostra vita, ma dobbiamo essere capaci di sintetizzare in poche righe, essenziali, chiare e di scorrevole lettura, il messaggio che vogliamo far arrivare, ovvero, in poche parole, perché devono scegliere noi.
  1. Controllare sempre l’ortografia e la grammatica! Se abbiamo dei dubbi su come si scrive una parola, un verbo o sulla correttezza di una forma grammaticale prendiamoci un po’ di tempo per verificare: possiamo consultare un vocabolario online (ce ne sono moltissimi e tutti gratuiti!) e utilizzare il controllo ortografico di word che è molto utile anche per accorgersi di eventuali ripetizioni o refusi. Prestiamo inoltre attenzione ad aver usato un tono corretto, più o meno formale a seconda della tipologia di azienda a cui ci rivolgiamo.
  1. Ultimo consiglio ma non certo banale, anzi tutt’altro: dopo avere scritto la nostra lettera perfetta ed efficace, se abbiamo il nominativo di un referente aziendale a cui inviarla (solitamente il responsabile del personale) rivolgiamoci direttamente a lui nell’incipit (es. Gentile Dott. o Buongiorno Dott.). Questo sarà sicuramente ben visto come segno di attenzione e di ancora maggiore interesse!

 

 

 

 

Business situation, job interview concept.

5021

7 Consigli sul Curriculum perfetto

Nel nostro lavoro capita quotidianamente di aver a che fare con i curriculum vitae, ce ne arrivano a centinaia ogni giorno di qualunque tipo, da quello Europass a quello scritto su Word. Ovviamente ogni recruiter avrà la sua preferenza e ogni posizione o settore richiederà un cv creato ad hoc. Con questo articolo intendiamo dare i giusti consigli per rendere il proprio cv più efficace affinché sia la prova coerente di perfetta integrazione tra i percorsi formativi, le esperienze professionali e le competenze.

Consiglio n° 1: MOSTRARE PERSONALITÀ

I recruiter e le aziende ricevono decine di curriculum, spesso tutti uguali e che non fanno trasparire nulla di pertinente da quelle pagine. Ogni curriculum in realtà dovrebbe far trasparire la personalità dell’individuo che lo ha scritto, comunicando all’interlocutore le caratteristiche personali e professionali che lo contraddistinguono. Quindi, ogni competenza, esperienza o percorso formativo deve riuscire a descrivere la personalità e le capacità concrete che possiede il candidato.

Consiglio n° 2: FORMATO PERSONALIZZATO

La maggior parte dei cacciatori di teste sconsiglia il curriculum in formato europeo, destinandolo al solo utilizzo concorsuale. Quindi, se si fanno spesso concorsi, è sempre opportuno averne una copia esclusivamente per quel contesto o se si concorre a posizioni in enti più istituzionali. Quello che noi consigliamo invece deve avere un formato personalizzato che permetta di valorizzare e descrivere le competenze che si posseggono. Le competenze sono fondamentali ed è necessario indicare quali sono, come si sono ottenute e come vengono utilizzate nel quotidiano lavorativo, magari accennando anche a episodi chiave dove queste competenze sono state acquisite o utilizzate.

Consiglio n° 3: FOTO ADEGUATA

La foto è essenziale, non perché ai recruiter importi se il candidato sia di bell’aspetto o no, semplicemente perché la foto è uno strumento utile per avere conferme sulla personalità del candidato. Ovviamente la foto va adeguata sempre al contesto ed alla figura per la quale ci si candida. Se si cerca un dirigente, una foto in t-shirt potrebbe essere un po’ troppo azzardata, o al contrario, se si ricerca un grafico per un’agenzia creativa sarebbe meglio evitare una foto in completo troppo serioso.

Consiglio n°4: DATI PERSONALI SEMPRE PRESENTI

Ci è capitato spesso di vedere CV con molti dati incompleti o nascosti, questo è un errore che non va proprio fatto perché ogni dato personale è fondamentale. La data di nascita, per esempio, permette al datore di lavoro di valutare un’eventuale contratto o la possibilità di ricorrere ad eventuali incentivi dedicati. Il numero di telefono, la mail e il contatto Skype danno la possibilità di contattare l’interessato in qualunque momento ed in qualunque modalità. Un ulteriore consiglio che vogliamo dare è quello di inserire i link dei propri profili social, LinkedIn e Facebook, utili appunto a dimostrare la preziosa personalità che si possiede. Ovviamente deve essere cura del candidato mantenere un comportamento adeguato e professionale, e non pregiudizievole, in quelle piattaforme.

Consiglio n°5: DESCRIZIONE DETTAGLIATA DELLA FORMAZIONE E DELLE ESPERIENZE

Se i candidati sono alla loro prima esperienza consigliamo di descrivere prima la loro formazione e successivamente le poche esperienze che hanno vissuto, anche se non pertinenti al lavoro per il quale si concorre: consigliamo sempre di inserirle perché aiutano gli interlocutori a capire chi hanno davanti. In caso il candidato, invece, abbia maturato molta esperienza consigliamo di descrivere prima le esperienze lavorative e successivamente la formazione. La descrizione della formazione e delle esperienze va fatta nel dettaglio e con una buona descrizione che permetta di capire cosa si è fatto e come. Le esperienze lavorative e la formazione vanno sempre raccontate cronologicamente a ritroso.

Consiglio n°6: MAI DIMENTICARE LE COMPETENZE

Le competenze costituiscono la parte che più interessa alle imprese, quindi è consigliato indicare tutte le capacità professionali, tecniche, linguistiche, comunicative, relazionali e organizzative ottenute, specificando come si sono raggiunte ed allegando, dove è possibile, certificazioni che ne confermano l’acquisizione.

Consiglio n°7: I TUOI INTERESSI SONO LO SPECCHIO DI TE

Infine, non va dimenticato di aggiungere al CV i propri interessi culturali, gli sport e le esperienze vissute (anche all’estero), perché sono informazioni che rendono differente una storia dall’altra.

 

Young woman signing contracts and handshake with a manager

5016

Come funziona un contratto in Somministrazione?

Nell’attuale contesto economico la Somministrazione di lavoro a tempo determinato è la forma più diffusa di lavoro flessibile.

Questa tipologia di contratto consente di lavorare per brevi periodi e svolgere attività diverse, aspetto molto interessante che consente al lavoratore di conoscere ambiti lavorativi diversi e realtà aziendali diverse ed incrementare le proprie competenze professionali e relazionali. Tutti elementi, questi, che accrescono il valore del curriculum vitae del lavoratore e possono aumentare le possibilità di un inserimento stabile proprio in quelle aziende che nel periodo di somministrazione hanno potuto valutare le capacità professionali e potenzialità di ciascun lavoratore somministrato.

E’ importante ricordare anche che i lavoratori con contratto di somministrazione hanno lo stesso trattamento normativo ed economico dei lavoratori con contratto di lavoro subordinato non in somministrazione.

Le nuove regole introdotte dal Decreto dignità entrato in vigore dal 14 luglio 2018 e convertito in legge il 7 agosto 2018, riguardano anche il contratto di somministrazione.  Di seguito alcune novità che riguardano la disciplina del contratto di lavoro a tempo determinato in somministrazione:

  • Fino a 12 mesi di durata del contratto (comprese eventuali proroghe) non vi è obbligo di inserire la causale
  • Il contratto può eccedere i 12 mesi ma avere durata massima di 24 mesi complessivi (comprese proroghe e rinnovi per mansioni di pari livello e categoria), con obbligo di indicazione di una causale che riguardi esigenze temporanee e oggettive connesse a incrementi di produttività non programmabili, esigenze estranee alla ordinaria attività dell’azienda oppure sostituzione di altri lavoratori
  • Il limite massimo di proroghe è pari a 6
  • Per quanto riguarda il trattamento di proroghe e rinnovi è previsto un periodo transitorio durante il quale restano in vigore le vecchie previsioni normative fino al 31 ottobre 2018.