Consigli per il successo

Cercare lavoro ai tempi della quarantena

Restare a casa durante queste settimane impone a tutti di adattarsi a situazioni e soluzioni nuove a cui prima non eravamo abituati o, semplicemente, non avevamo mai pensato. Situazioni e soluzioni che possono diventare preziose opportunità da sfruttare al meglio in questo lungo tempo libero da trascorrere.

L’elenco delle possibilità da cogliere è lungo e, ognuno di noi, sulla base delle proprie esigenze, potrebbe compilarne uno diverso a seconda delle necessità e delle esperienze che sta vivendo.

Il nostro ruolo è da sempre quello di assistere le persone che stanno cercando lavoro e, ora più che mai, ci mettiamo nei panni di chi vuole approfittare del tempo a disposizione per provare a farlo, per valutare nuove prospettive professionali o, solamente, aggiornare il proprio curriculum o profilo.

 

📣 Come abbiamo deciso di farlo?

Prendendo spunto dalle storie e dalle esigenze dei tanti candidati e lavoratori che in questi giorni ci stanno scrivendo per raccontarci le proprie esperienze e chiederci consigli e assistenza. In questo articolo cercheremo quindi di dare suggerimenti il più possibile concreti e realistici!

 

Partiamo dalle domande più comuni.

🔎 Le filiali sono aperte? Ci si può candidare alle offerte online e sono reali visto che molte aziende hanno dovuto chiudere?

Assolutamente sì. Le Filiali sono operative anche se chiuse al pubblico per tutelare la salute di ogni persona.

Se l’annuncio è pubblicato significa che è vero altrimenti sarebbe stato rimosso e, anche se adesso alcuni settori hanno sospeso le attività per cause di forza maggiore, le aziende avranno bisogno di personale una volta che torneremo alla normalità. Quindi ti invitiamo a candidarti e a non perdere occasioni che in futuro potrebbero essere preziose. Non è questo il momento di rimandare “perché tanto chi vuoi che mi chiami”!

Ci sono poi settori aziendali essenziali da portare avanti e per il ruolo che abbiamo stiamo cercando di garantire le professionalità necessarie in questo momento.

Quindi, se sei disponibile a lavorare, contatta la filiale a te più vicina: noi penseremo a creare il matching più utile sulla base del tuo profilo.

📌 Clicca qui per trovare la filiale più vicina al tuo domicilio!

 

🔎 Avevo un colloquio presso un’azienda ma è stato disdetto per emergenza Covid19. L’azienda mi ha dato la possibilità di svolgerlo su Skype, ma per me è la prima volta in video-colloquio. Avete qualche consiglio da darmi?

Ecco alcune semplici linee guida operative:

  1. Scegliere la location giusta: dietro alla telecamera c’è sempre il tuo selezionatore. I panni stesi o il letto sfatto potrebbero non essere la mossa vincente!
  2. L’abito non fa il monaco? In questo caso lo fa eccome! L’aspetto è importante, in fin dei conti stai parlando al tuo possibile futuro capo perciò vestiti come quando ti prepari per un colloquio dal vivo.
  3. Organizza un discorso chiaro e soprattutto breve: non essere troppo logorroico!
  4. Guarda in camera, non leggere! Non c’è cosa più brutta di colui che spia il “gobbo”.
  5. Trasmetti passione per il campo nel quale ti stai candidando. Dimostra perché dovresti essere scelto tra tutti gli altri candidati!
  6. Non creare una copia “parlata” del tuo CV scritto: l’obiettivo è distinguerti dagli altri e far arrivare la tua personalità e la tua motivazione al recruiter.

 

🔎 Quali sono i migliori portali di ricerca e offerta lavoro su cui dovrei creare un account? Se mi registro già su questi perché lo devo fare anche sui siti delle agenzie per il lavoro?

Facciamo un po’ di chiarezza su questo punto. Le agenzie per il lavoro usano il loro sito per pubblicare le offerte di lavoro che seguono per conto delle proprie aziende clienti. Le stesse offerte vengono condivise dai recruiter anche sui principali portali di ricerca tra cui Monster, Infojobs, Helplavoro, Indeed, Bakeca, Linkedin ecc.

Se stai cercando un lavoro è quindi molto importante registrarti sia sul sito dell’agenzia per il lavoro, creando un account personalizzato con i tuoi dati e il tuo CV dove avrai anche lo storico delle candidature effettuate, sia sui portali più importanti che raccolgono tutte le offerte: quelle pubblicate direttamente dalle aziende che cercano personale per il loro organico e anche quelle delle agenzie per il lavoro che si occupano delle selezioni per le proprie aziende clienti (ma anche per il proprio staff interno all’agenzia!).

Le due azioni vanno in parallelo e l’una non esclude l’altra…anzi, due opzioni sono meglio di una!

In questo modo avrai più fonti da cui attingere e più canali da cui essere contattato e, di conseguenza, più opportunità di trovare il lavoro che desideri.

Aggiungiamo anche che, iscriversi a siti e portali di lavoro, permette di ricevere newsletter informative utili e annunci in linea con il proprio percorso professionale e con le proprie esperienze, ovviamente previo consenso all’utilizzo dei propri dati personali.

📌 Clicca qui per registrarti sul nostro sito e creare il tuo profilo!

 

🔎 È importante avere un profilo su Linkedin oppure è utile solo se si è professionisti di determinati settori?

Sì, è molto importante.  Non importa se hai un percorso professionale lungo quanto un papiro o se sei alla prima esperienza dopo gli studi e non importa neanche in quale settore lavori o vorresti lavorare.

LinkedIn oggi, con oltre 675 milioni di utenti e più di 30 milioni di aziende iscritte, rappresenta uno strumento fondamentale per chiunque stia cercando lavoro e per ogni professionista in cerca di collaborazioni, network e nuove opportunità.

Quali sono i principali vantaggi?

  1. Vasta bacheca di offerte di lavoro a cui candidarsi, il più delle volte in modo diretto senza dover passare da siti terzi e registrazioni.
  2. Costruisce il tuo personal branding: chi sei dal punto di vista professionale e quali sono le competenze più forti che possiedi. LinkedIn rappresenta il tuo CV alternativo: utilizza il tuo profilo come se fosse il tuo sito personale in cui presentarti nel mercato del lavoro.
  3. Amplia e mantiene la tua rete di contatti: è un importante strumento di networking, ovvero crea una rete di relazioni professionali che si mantengono nel tempo e che si basano sulla fiducia reciproca.

📌 Clicca qui per leggere l'articolo, ricco di suggerimenti, sull'importanza del profilo LinkedIn!

 

🔎 Come deve essere scritto un Curriculum per attirare l’attenzione?

Il tema è ampio e molto trattato. Dipende da tante variabili, a seconda anche del tipo di ruolo o azienda per cui ci si candida. Non è tuttavia nostro intento approfondire in questo articolo come scrivere il curriculum, ma fornire invece alcune semplici regole di base che è utile prendere come esempio e che possono sicuramente aiutare a far sì che il nostro CV venga letto con attenzione. Questo, come sappiamo, purtroppo non è garanzia di essere poi assunti! A volte le persone ci scrivono per sapere come mai non sono state scelte per la posizione a cui si sono candidate, dal momento che ritenevano di essere perfette per quel ruolo, come dimostrato appunto sul CV. Nella maggioranza dei casi il motivo è che, per uno stesso annuncio, l’azienda o l’agenzia per il lavoro, riceve moltissime candidature ed è quindi costretta a fare una scrematura di quelle più idonee per poi scegliere il candidato migliore tra i tanti sicuramente validi.

 

Fatta questa premessa, alcune brevi buone regole per scrivere il CV:

  1. Crea il curriculum utilizzando una struttura logica e coerente, adotta uno stesso formato per tutto. Faciliterai e renderai più chiara la lettura al selezionatore.
  2. Indica solo le informazioni personali importanti: luogo dove vivi, un numero di cellulare, un indirizzo email e un eventuale contatto Skype se disponibile (potrebbe servire in caso di colloquio a distanza!). Stato civile, data di nascita e indirizzo di casa possono essere tranquillamente omessi. Una nota sulla data di nascita: può essere utile da inserire se ti candidi per un lavoro in cui è richiesta una specifica fascia di età, ad es. per l’apprendistato.
  3. Riporta unicamente le esperienze di studio e di lavoro rilevanti, non ti dilungare troppo ed evita il superfluo se non attinente (ad esempio lavoretti di breve durata).
  4. La foto non è obbligatoria ma consigliata soprattutto per alcuni ruoli per i quali può essere richiesta e, in generale, perché permette al recruiter di avere già in mente il tuo volto. Se decidi di inserirla, ricorda di utilizzarne una professionale in cui è inquadrato bene il tuo volto.
  5. Ricordati sempre in fondo il consenso al trattamento dei tuoi dati personali.

 

✅ Un ultimo consiglio prima di salutarvi!

Un modo produttivo e utile di passare il tempo a casa per chi è alla ricerca di un lavoro, può essere infine quello di partecipare a webinar e corsi di formazione online. In questo periodo sono tanti gli enti e le aziende che hanno sposato la solidarietà digitale e offrono gratuitamente questa opportunità.

Gli unici strumenti necessari sono un pc e una connessione di rete stabile. I programmi attraverso i quali si svolgono le sessioni formative sono i più comuni e facili da scaricare e utilizzare sul proprio computer.

I corsi più strutturati hanno l’obiettivo di fornire competenze di base, tecniche o trasversali e possono durare più giorni, oppure esistono corsi più mirati concentrati in un’unica giornata, mentre i webinar di solito durano un’oretta e sono pensati per approfondire determinati argomenti o ambiti di interesse.

📌 Anche noi ci siamo attrezzati per organizzare diversi corsi online gratuiti: se vuoi scoprire quali, puoi cliccare qui!